lunedì 28 settembre 2009

BuOnGiOrNo!


Nulla di speciale...
Oggi volevo solo darvi il BUONGIORNO!! xD

mercoledì 23 settembre 2009

WhAt Is HaPpInEsS?


Tempo fa ho postato sul tema un brano di Seneca.

Ora mi sono imbattuto per caso in un sito americano (citazione molto meno dotta, evidentemente), dove il consulente di turno ci propina una delle più classiche dottrine buone per ogni stagione su come essere felice, in pace con te stesso, ecc. ecc.

Però c'erano anche un po' di spunti carini che provo a riproporvi criticamente...

"Happiness and unhappiness are opposite sides of a judgement about your situation. If you judge your situation as bad for you, that's unhappiness. If you judge a situation as good for you, that's happiness."

[mmm... come definizione mi sembra un po' banale. ===> voto 4+ ]

"Our natural state of being is to be happy. When you remove all the uncomfortable emotions we humans can experience (and they are numerous), you're left with happiness. So it's easiest to define happiness by what it is not."

[Sulla prima affermazione ci sarebbe già parecchio da discutere... L'ultima invece mi piace. Vediamo dove va a parare. ===> voto 6 di stima ]

"Happiness is what you feel when you're NOT feeling....
selfdoubt

depressed
hateful
fearful
worried
unsatisfied
bored
grief
shame
guilt
discontent
anxious
annoyed
angry
irritated
stressed
frustrated
upset
down
sad
envious
or
jealous.

Whew! That’s a long list!"

[Beh, questa lista è già più carina, anche se sfido chiunque a dirmi se in un solo istante della sua vita è riuscito a non provare NEMMENO UNA di quelle sensazioni. Però quanto meno voglio premiare lo sforzo e la pazienza nel cercare gli aggettivi giusti... ===> voto 6,5 ]

"Happiness is not Pleasure although they can appear similar. Pleasure is enjoyment of an outside stimuli. You might find Pleasure in buying a new car, or in going on vacation, or having friends over for dinner, or having sex, or....the list is long on what you might enjoy experiencing. Pleasure requires an external stimuli for you to experience it. Happiness does not. Happiness is a belief about yourself and the outside world. You can be doing something you normally experience as pleasurable but not be happy! Pleasure is born from the external world, Happiness is born from the internal workings of our own minds."

[Questa parte invece mi piace proprio e l'ultima frase si avvicina molto al mio modo di intendere le cose, per cui la voglio premiare come merita. Resta la sensazione che, stringi stringi, sempre da Seneca ritorniamo.... ===> Voto: 8- se non altro caro yankee ti sei abbeverato alla fonte giusta... ]

lunedì 21 settembre 2009

NoN vI rOmPo PiU'


Ho deciso di non rompere più l’anima ai miei lettori con dei post lunghissimi sui miei allenamenti e di modificare il mio programma utilizzando dei moduli fissi da distribuire nell’arco della settimana. Sono esercizi semplici che avevo preparato per un’amica ma che ho scoperto andare benissimo anche per me, visto che proseguono sulla strada già tracciata nelle prime 3 settimane di lavoro svolto.

Per chi è interessato, i vari moduli, che in alcuni casi hanno nomi abbreviati tipo GA (gambe), GL (glutei), ecc. a seconda della fascia muscolare interessata e contengono gli esercizi specifici e le descrizioni (ho trovato anche qualche foto carina su internet!), sono scaricabili in questa pagina del mio spazio personale!

A questo punto posso tranquillamente postare un programma-tipo per la settimana che inizia oggi, che però rimarrà valido per almeno tutti i prossimi 2 mesi, senza grosse variazioni se non l’aumento in qualche caso della durata (numero di ripetizioni) e dell'intensità dei singoli esercizi, che ognuno potrà gestirsi secondo le proprie possibilità e in base allo sforzo richiesto e ai benefici riscontrati.

Ecco dunque come sarà la mia settimana-tipo per i prossimi 2 mesi:

Lunedì ==> 15’ corsa lenta + moduli: STRETCHING + GA + GL + AD.
Martedì ==> 15’ corsa lenta + STRETCHING + 20’ corsa variata (alternando 4’ veloce, 4’ lenta, 4' veloce, ecc.).
Mercoledì ==> 15’ corsa lenta + moduli: STRETCHING + GA + GL + DO.
Giovedì ==> 15’ corsa lenta + STRETCHING + 20’ corsa variata (alternando 4’ veloce, 4’ lenta, 4' veloce, ecc.).
Venerdì ==> 15’ corsa lenta + moduli: STRETCHING + GL + AD + DO.

Sabato e domenica ==> riposo attivo.

E mi raccomando, non vi dimenticate MAI di assumere il giusto numero di calorie tutte le volte che fate sport…

BUON ALLENAMENTO A TUTTI!!

martedì 15 settembre 2009

ToP tEn


Ormai non posso più esimermi dal recepire l’invito di Musidora (che ringrazio ancora per la sua benevolenza e stima ricambiata) sulla classifica delle 10 cose che mi rappresentano meglio.

Eccola qui la mia top ten, in ordine sparso:

1. La bicicletta: semplice, agile, economica, ecologica, discreta, sportiva, simpatica, modesta. Praticamente in una sola cosa tutto quello che ognuno di noi vorrebbe essere, no?
2. L’abito casual: la capacità di essere attenti nella ricerca del dettaglio e nell’abbinamento dei colori, senza la necessità di rispettare i dogmi del vestire classico o alla moda.
3. L’aquila reale: il più nobile degli animali, capace di essere tanto crudele con la sua preda quanto amorevole con i suoi piccoli. Fin da bambino il suo fascino mi ha stregato. Avvistarne una è tra le (poche) cose che mi mancano prima di morire sereno.
4. Il nero: il mio colore preferito, insieme all’azzurro (ma quest’ultimo solo nelle giornate “no”).
5. I quadretti: li ho sempre preferiti alle righe. L’ordine e l’allineamento non è il mio forte. I numeri sicuramente sì.
6. La ragione: cara vecchia compagna di menate, quanto ti adoro… Ma quante occasioni mi hai fatto perdere! xD
7. C.
8. L’infinito o se preferite l’eternità (in fondo per noi fisici è la stessa cosa): pur affascinandomi molto è forse l’unica cosa di cui ho veramente un po’ paura. Meno male che è solo un’Idea.
9. Il mare: la cosa che più si avvicina al punto 8. Con la sostanziale differenza che possiede dei confini. Ciò mi rassicura e me lo fa amare molto.
10. Lo scorpione: ebbene sì, è il mio segno. Ho sempre odiato gli oroscopi, oltre a non aver mai creduto a una parola di quello che dicono. Però devo riconoscere che di persone ne ho avvelenate diverse, fra quelle che si sono avvicinate troppo.

Cambiando argomento, ma non troppo, con il malcelato amor proprio che contraddistingue ognuno di noi blogger, mi ha fatto piacere vedere i tanti commenti al mio post sul tema della Solitudine. Visto che appena ora ho citato cose che mi piacciono e in cui mi ritrovo, anziché replicare a tutte le osservazioni colgo l’occasione per proporre alcune delle mie preferenze in chiave letteraria e cinematografica che in un certo modo hanno formato il mio “spirito” e che forse raccontano meglio di quanto potrei fare io il mio distacco dal mondo materiale.

Tra i romanzi, alcuni classici e altri più recenti, ma tutti molto leggibili e “leggeri” come piace a me: Il vecchio e il mare (E. Hemingway), La noia (A. Moravia), molto simpatico anche L’eleganza del riccio (M. Barbery), fino al bellissimo Veronika decide di morire (P.Coelho). Tra i saggi, nulla mi sentirei di consigliare più dell’ancora attualissimo Avere o Essere? (E. Fromm), che ogni tanto rileggo anche “a pezzettini”.
Tra i film, lasciando da parte le pellicole di Tim Burton, regista che adoro e quindi non farebbe testo perché come in tutti gli amori si rischia la faziosità, mi piace invece citare: Blade Runner di Ridley Scott, con l’indimenticabile monologo del replicante Rutger Hauer, fino ai più recenti e meno noti Il miracolo (di E. Winspeare), Le conseguenze dell’amore (di P. Sorrentino) e, tornando a Hollywood, l’ottimo Into the Wild (di Sean Penn); più o meno in tutti questi, peraltro, sul finale viene rivalutata la tesi portata avanti anche da Greta nel suo commento al mio post, secondo cui non c’è gioia senza condivisione, ma questa è un’altra storia... xD
Certo anche altre forme d’arte mi hanno fornito ispirazione in tema di solitudine: la pittura, l’architettura, naturalmente la musica! Ma forse per oggi mi sono già sbottonato troppo, non è proprio da me… :)

lunedì 14 settembre 2009

No PaIn No GaIn


Buongiorno atlete e atleti!!

Continua questa rubrichetta per aficionados, che in realtà serve soprattutto a me per registrare le mie sedute di allenamento, ma se può dare anche solo uno spunto o una motivazione in più a qualcuno, meglio ancora...
Da questa settimana l’intensità del lavoro sale di un bel po’. Vale sempre il principio: meglio la QUALITÀ della quantità. Se si valuta che sia troppo duro, meglio scendere con le ripetizioni e/o con i tempi, ma cercando sempre di rispettare il programma e di eseguire l’esercizio in modo PERFETTO. Se non ci si sente ancora pronti, piuttosto ripetere ancora il programma della settimana precedente. E soprattutto: ASSUMERE IL GIUSTO NUMERO DI CALORIE nelle ore precedenti!!

III Settimana

D'ora in poi ho deciso che anziché programmare i singoli giorni come lunedì, martedì, ecc., sia più funzionale costruire un programma con due sedute "A" e "B" da alternare a piacere durante la settimana così da poter essere scalata anche su periodi più lunghi (esempio: lunedì A, martedì B, mercoledì riposo, giovedì A, venerdì B, sab. e dom. riposo, ecc. Oppure anche: lunedì A, martedì riposo, mercoledì B, giovedì riposo, ecc.).
Un programma così può andare avanti pressoché invariato anche per diverse settimane, infatti penso che lo cambierò solo di tanto in tanto, aggiungendo qualche esercizio nuovo per variare un po’…

Giorno A:

- 15’ corsa in progressione (5’ lenta + 5’ più sostenuta + 5’ aumentando ancora poco)
- 10’ stretching
- 5 ripetute da 2’ corsa veloce (all’80% del max) del intervallate sempre da 1’ di camminata come recupero.
- Addominali alti: 20+20+20 ripetizioni stesi a terra sulla schiena con gambe piegate, sollevando il busto lentamente tenendo le mani dietro la testa fino al massimo sforzo (“crunch”).
- Gambe: 10+10 affondi sull’asse frontale (con un passo portare una gamba piegata in avanti lasciando l’altra distesa dietro e scendere LENTAMENTE fino a piegare la gamba davanti ad angolo retto, quindi risalire lentamente), dopo ogni serie destra+sinistra intervallare con 1’ di recupero.
- Gambe: 10+10 piegamenti “squat” gambe divaricate all’altezza delle spalle, piegare LENTAMENTE le ginocchia spingendo indietro il sedere con le mani poggiate sulle ginocchia e risalire sempre LENTAMENTE.
- Addominali bassi: 15+15 ripetizioni distesi a terra sulla schiena, gambe piegate, sollevare entrambe le gambe e portare le ginocchia al petto mantenendo nel contempo la schiena a terra e le braccia distese con le mani infilate sotto i glutei.
- 6’ corsa lenta (defaticamento)

Giorno B:

- 15’ corsa in progressione (5’ lenta + 5’ più sostenuta + 5’ aumentando ancora poco)
- 10’ stretching
- 5 ripetute da 2’ corsa veloce (all’80% del max) del intervallate sempre da 1’ di camminata come recupero.
- Dorsali: 20+20+20 ripetizioni stesi a terra sulla pancia con gambe distese, sollevare LENTAMENTE (e leggermente) il busto tenendo le mani dietro la testa e poi ridiscendere lentamente.
- Gambe: 20+20+20 sollevamenti laterali, distesi su un fianco con entrambe le gambe distese e il gomito poggiato a terra alzare LENTAMENTE una gamba fino alla max estensione e sempre lentamente ridiscendere sopra l’altra gamba, poi girarsi e cambiare gamba; dopo ogni serie destra+sinistra intervallare con 1’ di recupero.
- Gambe: 20+20+20 sollevamenti dietro da posizione “a quattro zampe”, distendere e quindi sollevare LENTAMENTE una gamba per volta per 20 ripetizioni, portandola all’altezza delle spalle e scendendo poi lentamente fino a sfiorare (non appoggiando) a terra con il piede; quindi cambiare gamba e intervallare con 1’ di recupero tra le serie destra+sinistra.
- Addominali obliqui: 15+15 ripetizioni distesi a terra sulla schiena, piegare le gambe, sollevarle da terra e portarle su un fianco fino ad appoggiarle di lato, in questa posizione sollevare il busto lentamente come per gli addominali “crunch”. Cambiare lato (vanno fatte 15+15 ripetizioni per lato) e tra una ripetizione e l’altra attendere 30” di recupero.
- 6’ corsa lenta (defaticamento).

BUON ALLENAMENTO!!

giovedì 10 settembre 2009

mEgLiO sOlI


Solo.

Una solitudine cercata e tutto sommato gradita.

In fondo, uno a cui non importa nulla della vita non può che rifugiarsi in questa condizione.

Non è stato poi così difficile tenere lontano gli altri; chi ci ha provato fino a oggi ha sempre finito per perdersi nel mio labirinto di contraddizioni.

Prigioniero felice del mio stupido complesso di superiorità.


"Every mathematician believes he is ahead over all others. The reason why they don't say this in public, is because they are intelligent people" (A.N. Kolmogorov, 1903-1987).

lunedì 7 settembre 2009

SeCoNdA sEtTiMaNa Di LaVoRo


Buongiorno atlete e atleti!

Posto velocemente la seconda settimana di lavoro per me e tutti i malcapitati che avessero deciso di venirmi dietro, visto che oggi sono già in ritardo (purtroppo una mattinata piena di impegni non mi ha permesso di farlo prima...). Solo dopo penserò a leggere gli altri post e a mandare i miei commenti e le mie risposte.

Se avete fatto un buon lavoro di ripresa la settimana scorsa, questo programmino leggermente più impegnativo non dovrebbe crearvi difficoltà, altrimenti nulla vieta di ripetere il programma che avevo postato settimana scorsa, visto che impegneremo più o meno le stesse fasce muscolari.
Ma partiamo!

Settimana II

Lunedì==>

- 4' corsa lenta
- 2' camminata
- 4' corsa lenta
- 2' camminata
- 6' corsa un po' più sostenuta
- 1' camminata
- 10' stretching arti inferiori (almeno 20'' per fascia muscolare anteriore-posteriore-interno-esterno, ripetuto 2 volte)
- 10+10+10 addominali alti (esempio: distesi a terra, gambe piegate e poggiate a terra, mani dietro la testa o lungo il corpo salire LENTAMENTE con il busto fino a quando si riesce e poi scendere lentamente), ogni serie intervallata da 30'' di stretching dei muscoli addominali.
- 10+10+10 addominali bassi (esempio: distesi a terra a gambe distese con le braccia lungo i fianchi e le mani sotto i glutei, sollevare entrambe le gambe LENTAMENTE fino a posizione verticale e poi ridiscendere sempre lentamente SENZA TOCCARE TERRA con i piedi prima di risalire di nuovo.
.- sollevamenti gambe distese: alternando gamba destra e sinistra, 10+10 sollevamenti LENTI per ciascuna gamba con il corpo disteso a terra, in posizione supina (schiena a terra) / prona (pancia a terra) e laterale (fianco a terra). La gamba sale per 10 volte consecutive LENTAMENTE fino alla massima contrazione del muscolo, mentre l'altra gamba rimane in linea con il corpo, poi riscende altrettanto LENTAMENTE, poi si parte con l'altra gamba. Alternare 10 ripetizioni della gamba destra seguite da 10 della sinistra, poi riprendere con la destra altre 10 e quindi le ultime 10 della sinistra (in totale faremo sempre 20 ripetizioni per gamba in ognuna delle tre posizioni).

Martedì ==>

- 4' corsa lenta
- 2' camminata
- 4' corsa lenta
- 2' camminata
- 6' corsa più sostenuta
- 1' camminata
- 10' stretching arti inferiori (almeno 20'' per fascia muscolare anteriore-posteriore-interno-esterno, ripetuto 2 volte)
- 10+10+10 addominali obliqui: distesi sulla schiena, piegare e sollevare le gambe e poggiarle a terra a un lato del corpo mantenendo però nel contempo entrambe le spalle appoggiate a terra; quindi con le mani dietro la testa sollevare LENTAMENTE il busto (basta poco!) e poi ridiscendere a terra sempre lentamente. Ogni 10 ripetizioni cambiare il lato verso cui stanno le gambe piegate e dopo ogni serie intervallare con 30" di pausa.
- 10+10+10 dorsali: distesi sulla pancia, sollevare LENTAMENTE il busto lasciando l'addome e le gambe poggiati a terra e tenendo le mani incrociate dietro la testa. Intervallare ciascuna serie da 10 ripetizioni con uno stretching dei muscoli dorsali (esempio: distesi schiena a terra e braccia intorno alle ginocchia raccolte sul petto).
- sollevamenti gambe piegate: da posizione distesa supina (schiena a terra) sollevare LENTAMENTE per 10+10 volte ciascuna gamba piegando il ginocchio e portandolo verso il petto, mentre l'altra gamba rimane distesa completamente. Alternare 10 ripetizioni della gamba destra seguite da 10 della sinistra, poi riprendere con la destra altre 10 e quindi le ultime 10 della sinistra (in totale faremo sempre 20 ripetizioni per gamba di uno stesso esercizio).
Poi da posizione distesa prona (pancia a terra) portare 10+10 volte i talloni verso i glutei piegando una gamba alla volta all'altezza del ginocchio, salendo e riscendendo LENTAMENTE.
Infine da posizione "a quattro zampe": sollevare per 10+10 volte ciascuna gamba distendendola completamente fino che non si trova parallela al terreno, attendere 1-2 secondi e quindi piegare la gamba all'altezza del ginocchio in modo che la suola della scarpa punti verso l'alto. Dopo altri 1-2 secondi di sosta, ridistendere nuovamente la gamba e poi ritornare con le ginocchia unite in basso sempre LENTAMENTE.

Mercoledì ==>

- 15' corsa lenta
- 10' stretching arti inferiori (come sopra)
- 6' corsa sostenuta
- 2' camminata
- 6' corsa sostenuta
- 2' camminata
- 10' corsa lenta

Giovedì ==> come lunedì

Venerdì ==> come martedì

Sabato e Domenica ==> Riposo attivo.

BUON LAVORO!!

giovedì 3 settembre 2009

RiDi ChE tI pAsSa

Dedicato a tutte/i quelle/i che si sentono tristi oggi. Me compreso.